Skip to main content
Trasferimento di energia senza fili
08 Sep

Trasferimento di energia senza fili

a lampade e computer in una stanza sperimentale
University of Tokyo

Dare energia a computer, robot o lampade senza dover inserire nessuna spina è quello che potrebbe  accedere grazie all’innovativo sistema di ricarica wireless ideato da un gruppo di ricercatori  dell’Università di Tokyo e pubblicato su Nature Electronics. Si tratta di una tecnologia innovativa, in  fase di sperimentazione e che potrebbe portare a costruire in tempi relativamente brevi ‘stanze di  ricarica’ ed in un futuro prossimo, se replicata su scala industriale, a disporre di fabbriche senza fili  od essere utilizzata in ambito medico per dare energia a dispositivi medici impiantati nel corpo umano.

Da anni si lavora per la messa a punto di sistemi di ricarica wireless a media distanza, si pensi ad  esempio a quelli attualmente in uso per caricare gli smartphone, che richiedono il contatto tra la fonte di energia ed il dispositivo fruitore da alimentare, che consentono di trasferire energia in forma sicura  e controllata a pochi metri di distanza.

Attualmente un gruppo di ricercatori giapponesi, operanti presso l’Università di Tokio, è stato in  grado di costruire una stanza sperimentale avente dimensioni limitate (con base di forma quadrata  avente una superficie in pianta pari a 9 m2 ed un’altezza di 2 m) in cui è possibile trasferire energia  elettrica a lampade, smartphone e qualsiasi altro dispositivo elettrico, senza connessioni, fino ad  valore massimo di 50 watt, in qualsiasi punto della stanza (anche se in movimento e non fissi in una  specifica postazione di carica). Affinché sia possibile il trasferimento di energia dalla stanza  sperimentale ai dispositivi in essa presenti deve essere garantita la seguente condizione “i dispositivi  devono essere allineati con i campi magnetici che attraversano l’ambiente”.

Il trasferimento di energia tra la stanza sperimentale ed i dispositivi in essa presenti avviene a causa  dell’accoppiamento di due differenti campi magnetici, uno generato dalle pareti della stanza e l’altro  da un ‘palo’ verticale presente al centro dell’ambiente.

I due campi magnetici generati permettono di eliminare i ‘punti morti’ presenti e poter attingere  energia da qualsiasi punto della stanza.

Il gruppo di ricercatori riferisce che il “sistema” realizzato e testato presso l’Università di Tokio non  causa nessun tipo di danno ai tessuti biologici e che tutti i dati registrati rispettano i più rigidi  parametri per la sicurezza fissati dalle autorità competenti.

Il team di ricerca asserisce che a breve questo tipo di tecnologia potrebbe essere testata presso grandi  magazzini, per ricaricare robot per la movimentazione di materiali, per creare “stanze di ricarica” od  essere testata in ambito sanitario.

Superati i vincoli e limiti tecnologici, oggi ancora presenti, potremmo essere difronte ad una  tecnologia innovativa e rivoluzionaria.

 

About

We are professional and reliable provider since we offer customers the most powerful and beautiful themes. Besides, we always catch the latest technology and adapt to follow world’s new trends to deliver the best themes to the market.

Contact info

REGISTERED OFFICE
  • Selinus University of Sciences and Literature Ltd
    8, Copthall, Roseau Valley
    00152, Commonwealth of Dominica
  • IBC ACT 1996 – registrazione N° 17821
  • +39 0932 51 89 85

Featured Post